Freiburg - Friburgo-panoramica2.jpg

Friburgo – La porta della Foresta Nera

Friburgo in Brisgovia. La cittadina tedesca unisce perfettamente lo stile e le architetture tipiche dei paesi del sud della Germania, con una vitalità culturale caratteristica delle città universitarie. Friburgo infatti, conta circa 30 mila studenti universitari annuali, con un’ampia quota di frequentanti del progetto Erasmus. Questa ricchezza di giovani plasma di conseguenza la cittadina. Le strade estive sono puntellate da localini all’aperto e, in inverno, gasthaus e bar sono presi d’assalto da avventori infreddoliti in cerca di un the caldo o di una fetta della tipica torta della Foresta Nera.

Shield-FriburgoFriburgo in Brisgovia
Flag_Baden WurtembergBaden-Wurttemberg
Flag_germanyGermania

La Mappa di Friburgo

Esporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo interoCreare immagine del codice QR per mappa autonoma in modalità schermo interoEsporta come GeoJSONEsporta come GeoRSS
Friburgo

Caricamento delle mappe in corso – restare in attesa…

Camping Freiburg: 47.981545, 7.882320
Cattedrale Freiburg: 47.995479, 7.852875
Hotel Restaurant Lowen – Freiburg: 47.994228, 7.853913
Markthalle – Freiburg: 47.993821, 7.849520
Schwarzwalder Hof – Freiburg: 47.994377, 7.853991
UC – Cafe – Freiburg: 47.994526, 7.848264
Chiesa di Herz-Jesu: 47.997058, 7.836986
Schlossberggarage: 47.994108, 7.855353
ColombPark- Freiburg: 47.997386, 7.846437
Schlossberg: 47.993196, 7.857113

La Storia di Friburgo

Friburgo si sviluppa al confine della valle del Reno e le prime pendici collinari della Foresta Nera. Per questo motivo è soprannominata la porta dello Schwarzwald

Come da nome, Friburgo, Frei, libera, ha assunto dall’anno della sua fondazione, intorno al 1100 d.C., lo status di città libera imperiale, arricchendosi grazie al mercato, ed alla posizione strategica sulla via di collegamento tra il Mediterraneo ed il mare del Nord, oltre alla vicinanza con il Reno. I cittadini di Friburgo hanno sempre lottato per mantenere questo status di città libera. Prima contro i conti imperiali che volevano alzare i gabelli alla popolazione, e poi contro i venti di riforma nel subbuglio religioso del XVI sec., rimanendo una città cattolica. Ma la guerra dei Trent’anni cambiò questo status. Friburgo dovette arrendersi agli avvenimenti che stravolsero l’Europa del XVII sec. passando di mano tra Francia, Svezia e vari stati germanici, per terminare sotto il dominio Asburgico, ed il gran ducato del Baden, che seguirà le sorti dell’impero tedesco con la sconfitta nella Prima Guerra Mondiale. Come molte città tedesche, Friburgo subì danni rilevanti a causa dei bombardamenti alleati durante la seconda guerra mondiale, ad eccezione, quasi inspiegabilmente, della cattedrale, che venne solo lievemente danneggiata. Molti edifici vennero ricostruiti, rispettando il più possibile le planimetrie medievali.

A passeggio per Friburgo

Il monumento di maggior impatto visivo è di sicuro la cattedrale di Friburgo con il suo campanile gotico di 116 mt. Il campanile, visitabile, ospita una delle campane più antiche di tutta Germania, la Campana dell’Osanna, datata 1258. Sulla piazza della cattedrale, si affacciano diversi edifici ricchi di fascino tra cui l’Historisches Kaufhaus, il mercato storico, costruito nel 1532. La piazza si anima ogni mattina delle bancarelle del mercato dei fiori e frutti, ma anche  verdure fresche, e prodotti tipici come Brezel e Bratwurst. Durante il periodo invernale, la piazza invece ospita i classici mercatini di Natale.

Dietro la piazza della Cattedrale, si estende la via dello shopping, solcata dal tram, e sovrastata dalla porta della città Martinstor. Qui è presente l’unico McDonald’s al mondo con l’insegna non del giallo tradizionale (informazione indispensabile). Ad Est della porta, ci si inoltra in vicoli che costeggiano canali e che riflettono le luminarie natalizie dei periodi invernali. Ad Ovest invece ha sede l’università, con il suo tranquillo parco, e la zona dei teatri e musei.

All’angolo Nord Est della città vecchia, si può prendere la Schlossbergbahn, la funicolare, che porta allo Schlossberg, la collina di 456 mt. da cui si ha un bellissimo panorama di Freiburg, e della Foresta Nera che, rapidamente, si infittisce fuori città.

Dalla stazione ferroviaria (bahnhof Hbf) di Freiburg, è facilmente raggiungibile la regione del Titisee, meta imperdibile per un viaggio in Foresta Nera. Sul sito della DB Bahn tedesca  si possono trovare gli orari dei treni, che sono frequenti e comodi per il trasporto di biciclette, mezzo ideale per esplorare lo Schwarzwald.

Da non perdere a Friburgo

  • Cattedrale e l’antistante piazza: Visitare il mercato orto floreale mattutino, o, se sotto Natale, i suggestivi mercatini. Da provare i tipici bratwurst.
  • Schlossberg: Il miglior punto panoramico della città . Dalla cima del monte si domina la piazza della cattedrale, oltre a poter osservare le prime propaggini della Foresta nera che si perde sulle colline.
  • Passeggiare tra le strade affacciate sui canali cittadini, fermandosi per un pranzo al markthalle , galleria ricca di cucine internazionali o tradizionali. D'obbligo bersi almeno un paio di weiss.
  • Prendere un caffè in uno dei locali della zona universitaria. Mescolarsi tra gli studenti, sentendosi nuovamente giovani e spensierati.

Mangiare e Dormire a Friburgo

In tenda:

  • Camping Freiburg: area camping sia per camper che per tende. La struttura ospita anche una SPA. Ad un paio di km dal centro cittadino, è facilmente raggiungibile in bicicletta.

Gasthaus, ristoranti e bar:

  • Markthalle: galleria commerciale che ospita diverse cucine sia di stampo internazionale (thai, cinese, medio orientale) che tradizionali. Sempre molto affollato, i tavoli sparsi per le sale creano molta convivialità, alla stregua delle tipiche birrerie tedesche.
  • Schwarzwalder-Hof: Graziosa gasthaus dove poter alloggiare la notte, e poter cenare con i classici piatti della cucina tedesca. Ottimo per la posizione nel centro della città vecchia, è facilmente raggiungibile anche in macchina parcheggiando allo schlossberggarage ( 27 € per le 24 ore ) a pochi minuti a piedi. 

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *