Header-Bonus

Foresta Nera in Bici – Tappa Bonus: Titisee, Feldsee e Schluchsee

Un percorso circolare, con partenza e punto di arrivo sulle sponde del Titisee. Percorriamo sentieri e strade di montagna, il tutto in sella alle due ruote, per immergerci nella natura, padrona di una delle regioni più belle della Foresta Nera.

Percorso dei laghi, la mappa

Tra i laghi in bicicletta

Per “riposarci” dalle fatiche del tour della Foresta Nera, decidiamo di dedicare un giorno nel percorrere i rinomati sentieri che circondano il Titisee, nella regione montana della Schwarzwald del sud. Partiamo dal camping Sandbank , campeggio a terrazze con vista lago. Lasciamo le borse in tenda, concedendoci una giornata senza il peso dei bagagli. Le bici sembrano leggerissime.

Dal campeggio prendiamo la strada sterrata che, al bivio con il percorso che segue il lago all’altezza del camping Bankenhof, si immette nel bosco. La strada sale, superando i 900 mt. aprendo la vista alla valle sottostante ed ai magnifici caseggiati che la popolano.

Vallate del Titisee
Vallate del Titisee
Casolari nella Foresta Nera
Casolari nella Foresta Nera

Si raggiunge la stazione ferroviaria di Feldberg-Bärental, da cui, seguendo le indicazioni per il Feldsee, ci si inoltra in nuovi sentieri sterrati, che scendono a valle, per poi proseguire nuovamente in leggera salita, fino a raggiungere il lago montano. Il Feldsee merita qualche minuto di riposo e contemplazione. La forma circolare, protetta dai monti e dagli alberi sempreverdi è l’immagine perfetta per descrivere la Foresta Nera, un immersione in un mondo fantastico popolato da elfi e creature magiche.

Verso lo Schluchsee, e ritorno al Titisee

Abbandonando i pensieri  Tolkeniani, ci rifocilliamo con i panini al sacco, per poi riprendere le bici ed affrontare la salita che porta al parcheggio sulla B317, il punto più vicino al Feldsee, raggiungibile in macchina. Dal lato opposto della strada si ha accesso al parcheggio antistante la CaritasHaus Feldberg, da cui parte lo sterrato che scende verso lo Schluchsee. Abbiamo raggiunto il punto più alto della scalata, 1200 m.l.m.

Il pulpito
Il pulpito

Dalla strada sterrata si aprono scorci spettacolari prima sulla vallata dell’Alb, affluente del Reno, poi sullo Schluchsee, il più grande lago della regione, anche se di origine artificiale. La discesa che porta dai 1200 mt dell’apice ai 900 mt. del lago è rigenerante. Al termine, una pausa al barettino sulla strada è una giusta ricompensa.

Valle dell'Alb
Valle dell'Alb

Per ritornare al punto di partenza della tappa, sul lago Titisee, si può prendere la strada in mezzo al bosco dalla stazione di Aha, e costeggiare la ferrovia, incrociando, se fortunati, il treno a vapore che rievoca il passato. Seguendo un po’ la strada, un po’ i sentieri segnalati dagli immancabili cartelli delle destinazioni ciclabili, raggiungiamo il nostro campeggio, seguiti dal cielo nero che borbotta tempesta.

Scendendo dal Feldberg
Scendendo dal Feldberg
Annunci

Commenta